Marta Ciprietti: “Ti parlerò della mia tesi di laurea e del mio futuro”

Durante il percorso di studi di Scienze della Comunicazione a Unite ci si imbatte in tanti esami, molto differenti fra loro. Non è semplice scegliere a quale relatore chiedere per redigere la tesi di laurea. Per questo ho intervistato Marta Ciprietti, neo dottoressa in Scienze della Comunicazione che ha scelto come materia della sua tesi “Logica”! Scopriamo di più!

Di cosa parla la tua tesi di laurea?

Il tentativo portato avanti con la mia tesi – intitolata “Logica e persuasione: la comunicazione nel marketing e nella pubblicità” – è stato quello di redigere una sorta di vademecum per tutti coloro che vogliono apprendere non solo a ragionare più correttamente attraverso le nozioni della logica, ma anche a reagire in modo critico di fronte alle “trappole” che venditori e pubblicitari esperti ci tendono per influenzare le nostre scelte.

Questo scopo è stato perseguito sfruttando un duplice punto di vista: da un lato quello psicologico-cognitivo ed antropologico, che permette di capire quali sono le strategie di vendita più all’avanguardia e perché esse sono tanto efficaci; dall’altro quello logico e razionale, che fornisce gli strumenti necessari per sottoporre l’argomentazione persuasiva a una lettura critica, evidenziandone le inferenze logiche.

Quando ho scritto la tesi mi trovavo a Bruxelles per un Erasmus Traineeship, quindi è stata un’impresa tutt’altro che semplice.

Ma sono fiera di me e soddisfatta del lavoro che ho fatto; speriamo che i professori la pensino allo stesso modo!

Cosa credi cambierà dopo la laurea?

È una bella domanda.

A livello pratico non cambierà molto. Mi iscriverò al corso di laurea magistrale in Management and Business Communication sempre all’Università di Teramo, per cui non mi aspetto i miei prossimi (e ultimi) due anni di vita universitaria troppo dissimili dai precedenti tre.

Ciò che cambierà sarà invece il modo di affrontarli: oggi sono una persona molto più matura e responsabile di quella che ero qualche anno fa; ho conosciuto tantissime persone nuove e ho avuto possibilità di viaggiare, imparare nuove lingue e accrescere la mia autostima e ambizione.

Se, appena uscita dal liceo, vedevo lo studio come una noia mortale, questa volta sarà diverso e comincerò questo nuovo percorso con più entusiasmo, consapevole che divertimento e studio non si escludono a vicenda ma che, anzi, spesso sono due facce della stessa medaglia.

 

Il Digital Team ti ringrazia per l’intervista e augura il meglio a tutti i neo dottori di UNITE.

Clicca qui per leggere il nostro articolo sulla sessione delle lauree di Luglio 2017!

Condividi: