Cos’è il Personal Branding? come promuovere la propria personalità

L’importanza di spiccare come forte personalità ed essere riconosciuti per le proprie capacità. Un efficace gestione del Personal Branding ti può aiutare a comunicare meglio chi sei e le tue qualità. Il risultato? Creare relazioni, engagement, feedback ed essere scelto per lavorare per i tuoi interessi o passioni! Leggi l’articolo e scopri la potenzialità del Personal Branding!

Oggi conta sempre di più attrarre le persone che si muovono nei settori di nostro interesse, attraverso degli strumenti che mostrano in modo semplice chi siamo e cosa facciamo. Questo è un importante aspetto per trasmettere alle persone i valori nei quali vogliamo rispecchiarci. Essere conosciuti e stimati come persone può essere decisamente utile per vendere al meglio noi stessi. Con il risultato di stringere relazioni, soprattutto nell’ambito lavorativo. Nel mondo attuale fatto anche di profili digitali, la gestione del personal branding, è diventato uno dei metodi utili per tutti coloro che vogliono dare valore alla propria personalità.

Esempi e caratteristiche del personal branding

Ti riporto un esempio veloce:

Se sei un falegname e la tua reputazione ti porta ad essere riconosciuto come un buon artigiano, potrai ottenere sempre più clienti, perché le persone parleranno bene di te! Questo dipende dai diversi punti di contatto che avrai creato grazie al tuo personal branding. Magari il falegname così riuscirà a fare carriera in importanti aziende di artigianato!

Ovviamente, come puoi immaginare, il tuo personal branding dipenderà dal contesto in cui vorrai presentarti. Dovresti quindi analizzare il mercato, i punti di forza e di debolezza, i temi fondanti del tipo di ambito all’interno del quale vorrai essere riconosciuto.

Ricorda che non sempre è utile creare e promuovere un brand personale. Questo dovrai deciderlo tu, in base agli obiettivi che vorrai raggiungere. Ad esempio, se hai bisogno di migliorare la tua reputazione ed inserirti all’interno di community di tuo interesse può essere decisamente utile.

Il fattore tempo

Creare un personal branding non è qualcosa che puoi fare da un giorno all’altro! Infatti hai bisogno di dedicare moltissimo tempo alla definizione del tuo brand. Giorno dopo giorno dovresti coltivare relazioni, condividere informazioni su di te, magari tramite il tuo profilo social o creare degli appositi video su youtube. Non puoi pensare che creando qualche articolo sul tuo sito personale o condividendo qualche post le persone si interagiranno con i tuoi profili online o si ricorderanno di te!

I tre punti per un efficace personal branding: come, dove e quando!
Come comunicherai i tuoi contenuti?

Video, immagini, articoli su internet, post sui social, commenti nei forum, fare particolari vignette animate?!

Ricorda che ognuno di questi contenuti ha le sue peculiari caratteristiche che dovrai conoscere al meglio se vuoi sfruttarne le potenzialità. Ogni strumenti ha i suoi punti di forza e di debolezza.

Dove comunicare?

Dipende dalle caratteristiche di quel tipo di canale e coloro che devono ricevere le tue informazioni. Dovresti rispondere alla domanda: con chi devo parlare?

Immagina ad esempio il tuo interesse sia quello di comunicare con giovani, così magari userai Snapchat per comunicazioni brevi e simpatiche.

Ricorda che non serve essere presente ovunque. Bisogna comunicare in modo efficace ed efficiente, in modo chiaro, pratico e che riesca a colpire il tuo target. Quindi si consigliano meno punti di contatto, numero ridotto di piattaforme, ma maggiore qualità per produzione e condivisione della tua comunicazione.

Quando comunicare?

Essere presente, in modo costante, è fondamentale per il tuo brand personale. Infatti puoi anche produrre i migliori contenuti del web per certi temi o argomentazioni, ma se non apparirai spesso agli utenti il tuo lavoro sarà inefficace. Oggi l’utente medio si aspetta di ricevere diverse comunicazioni giornaliere dai loro beniamini online, gli influencers. Quindi se posti un contenuto ogni 10 giorni, ad esempio, è inutile! Proprio perché le persone sono abituate ad essere informate in modo continuativo, quasi insistentemente.

Il consiglio migliore è quello di impostare una routine giornaliera, che potrebbero essere delle rubriche o un video di pochi secondi postato nello stesso orario. Questi tipi di contenuti, solitamente, sono prodotti facilmente e in modo semplice e veloce. Proprio perché c’è bisogno di avere una maggiore quantità di contenuti.

Questo però non ti deve far cadere nell’improvvisazione! Nel senso che non dovresti pubblicare contenuti dalle scadenti informazioni. Anche in questo caso, rischi di non aver nessun risultato, 0 coinvolgimento e 0 feedback.

Cosa vuoi che le persone dicano di te?

Il risultato dei tuoi contenuti dipenderà principalmente dai 3 fattori elencati sopra. Così le persone avranno un idea di cosa comunichi, delle motivazioni che ti spingono a farlo e forse inizieranno a parlare di te, nel bene o nel male. Però la domanda che sempre ti dovresti porre è “cosa voglio che le persone dicano di me”? Man mano che produrrai contenuti non solo migliorerai le tue competenze tecniche ma, ricevendo i feedback dei tuoi contatti, potrai migliorare la qualità dei contenuti condivisi, rendendoli anche più efficaci!

Fatti conoscere per ciò che sei e crea la tua personale reputazione, soprattutto nel mondo online! Creare il tuo brand personale può essere utile proprio per questo. Essere riconosciuti per le proprie qualità e competenze può essere fondamentale per lanciare iniziative, ad esempio per coinvolgere i tuoi follower o stringere collaborazioni lavorative. Puoi immaginare il valore economico di un buon personal branding!

Che dici? Vuoi conoscere qualche strumento del personal branding?

Scopri il video curriculum cliccando qui.

Condividi: