Un piccola impresa dell’animazione: la storia di Giuseppe Malatesta.

Giuseppe Malatesta è uno studente del primo anno di scienze della comunicazione. Sicuramente qualcuno già lo conosce, ma pochi sanno della sua piccola impresa. Oggi voglio farvi conoscere questa sua passione poco conosciuta.

Giuseppe, parlaci della tua idea imprenditoriale e di come è nata.

La mia impresa si chiama “Art Life”, nata circa un anno fà, è stata un’ idea venuta dal nulla. Mentre tornavo a piedi da teatro con un mio amico, ci siamo chiesti se potevamo realizzare qualcosa di nostro. Cosi tornati a casa abbiamo buttato giù qualche idea e alla fine è nata “Art Life”. Ci occupiamo di animazione e intrattenimento per i più piccoli, dalle feste private agli eventi dedicati a loro in stabilimenti, centri commerciali e hotel.

La vedi come una vera e propria passione o più come un lavoro?

Direi più una passione, anche se in realtà è un lavoro a tutti gli effetti. Cambia il mio modo di farlo, ci metto voglia, felicità, ambizione e un pizzico di pazzia per rendere felici i ragazzi con cui ho il piacere di stare tutto il giorno. Spero che un giorno diventi la mia vera occupazione, senza trascurare la passione che ci metto nel farlo.

Pensi di trasmettere altro a questi ragazzi, oltre il divertimento?

Noi vogliamo far giocare e divertire i ragazzi, ma allo stesso tempo fargli capire il senso di gruppo. Alcune attività, giochi e momenti tirano fuori la creatività, che condividono tra loro rendendoli più uniti. Spesso nascono nuove amicizie, il che mi rende orgoglioso di quello che faccio.

Perchè hai scelto scienze della comunicazione?

A fine percorso, spero di avere più conoscenze, competenze e risorse per gestire al meglio la mia impresa. In oltre, spero di riuscire ad interagire meglio con i miei clienti e di fare crescere il nome “Art Life”.

 

I nostri ragazzi sono pieni di sorprese e iniziative!

Ecco qui un’altra storia, quella di Mauro, youtuber incallito!

Condividi: