Fare foto per passione: l’esperienza di Lorenza

Lorenza Di Nardo non solo è una studentessa al terzo anno di Scienze della Comunicazione, ma è anche uno dei volti del nostro Digital Team. Due cose la contraddistinguono: il suo sorriso smagliante e la sua macchinetta fotografica sempre in borsa. Era doveroso porle qualche domanda sulla sua passione nel fare foto, e allora vediamo un po’ cosa ci ha raccontato. 

Abbiamo scoperto che uno dei tuoi più grandi amori è la fotografia: com’è nata questa tua passione?

La mia passione non è nata in un momento preciso, mi è stata trasmessa da mio padre; quando ero più piccola tentavo sempre di prendere la videocamera dalle sue mani mentre mi faceva le riprese. Fin da quando ero bambina ho iniziato a tenere in mano la videocamera per farci riprese.

Il contrario è stato per la macchinetta fotografica, inizialmente trovavo difficile usarla. Forse quello è stato il momento in cui è nata la mia passione, all’età di 11 anni mi sono messa in testa di dover riuscire ad utilizzare quella fotocamera per fare foto.

Quali sono i soggetti che ami ritrarre?

Amo lavorare sui foto ritratti. A volte però mi capita anche di incontrare paesaggi mozzafiato, in quel momento sento di non poter resistere e scatto.

Sappiamo che sei anche un membro del Digital Team: come ti è tornata utile in questa esperienza la tua attitudine per fare foto?

Il Digital Team è una grande opportunità per imparare concretamente cose inerenti al il mio percorso di studi. Ho trovato utile tutte quelle competenze che sono riuscita ad acquisire nei diversi ambiti, ma soprattutto sono sempre più motivata ad apprendere cose nuove e a fare sempre meglio.

Dato che amo fare foto mi è stato dato anche il compito di “fotografa ufficiale” durante gli eventi in facoltà, in modo da poter arricchire il nostro archivio multimediale.

Essendo una fotografa amatoriale, quali sono gli strumenti di cui ti servi?

Ho una macchina fotografica analogica, quella che ha dato veramente inizio alla mia passione e con cui scatto foto paesaggistiche. Inoltre ho una buona reflex che uso abitualmente. In realtà credo che gli strumenti che si possiedono non contino poi molto; l’importante è avere la passione e la voglia di fare. Una reflex non fa un fotografo.

Cosa ti sentiresti di consigliare ad una ragazzo a cui piacerebbe approcciare alla macchinetta?

A tutti quelli che amano questo lavoro, come me, ripeto quello che ho detto poco fa. Può sembrare scontato e banale, ma le cose più importanti in assoluto sono: la passione,la voglia di fare e di imparare. Partire da zero ed arrivare in cima è la più grande soddisfazione.

 

Se anche tu sei portato per l’arte della fotografia e vorresti qualche consiglio pratico,

nell’articolo “Imparare a fotografare: i miei consigli di fotografia” 

troverai tutto quello di cui hai bisogno.

Condividi: