Giorgos dalla Grecia: Italia, odi et amo

Giorgos Katsanevakis è uno studente di Economia dell’Università di Creta, in Grecia, che ha deciso di trascorrere un semestre di studio a Teramo. Oggi ci raccontarà la sua esperienza in Italia, di come ha sfidato se stesso e si è messo alla prova, spinto dalla voglia e dalla curiosità di conoscere e vivere il “bel Paese”.

Perché l’Italia?

Ho scelto l’Italia principalmente per tre ragioni. Il primo è stato senza dubbio la lingua: conoscevo già un po’ di italiano e avevo intenzione di migliorarlo e dunque quale migliore occasione per farlo?

Un altro fattore che mi ha convinto a scegliere una città italiana è stato il clima: sia l’Italia che la Grecia godono infatti di un clima molto simile, soleggiato e caldo al punto giusto!

Infine le abitudini; la Grecia e l’Italia sono Paesi limitrofi e dunque simili anche per quanto riguarda le abitudini alimentari e della vita quotidiana.

Come procede il tuo soggiorno a Teramo?

Molto bene. Teramo mi calza a pennello! Ciò che cercavo era un posto tranquillo in cui rilassarmi, concentrarmi sullo studio e i miei obiettivi futuri, lontano dalla confusione della mia città, piena di bar, vita notturna e stress.

L’Italia è come te l’aspettavi?

Ad essere onesto l’Italia non ha soddisfatto pienamente le mie aspettative per due motivi. In primis perché le abitudini si sono dimostrate non così simili alle mie (in Grecia), ad esempio riguardo il cibo o il caffè.

Poi la lingua si è dimostrata un ostacolo più grande del previsto, perché ho scoperto che la maggior parte degli italiani non parla inglese e dunque è molto difficile per me comunicare. Allo stesso tempo ho avuto modo di conoscere tanti ragazzi e di stringere nuove amicizie che porterò per sempre nel mio cuore.

L’Italia è uno dei Paesi più belli al mondo, e sono molto felice di averla scelta per l’Erasmus, perché venendo qui ho avuto modo di visitare città bellissime, come Napoli.

Cosa ti mancherà di più del nostro Paese?

Non saprei, probabilmente la qualità della pasta, specialmente i tortellini, buonissimi e gustosi.

Ah dimenticavo, il prezzo del caffè, che in Grecia si aggira tra i 3,20 e i 3,70 euro. Quello mi mancherà più di tutto.

Università di Teramo vs Università di Creta. Quale scegli?

Bella domanda! Innanzitutto l’Università in Grecia è più difficile rispetto all’Italia, perché non è vicina agli studenti come qui in Italia.

Qui l’Università mi piace moltissimo, perché i professori sono molto vicini agli studenti e cercano di aiutarti in ogni modo quando hai dei dubbi o delle difficoltà.

Poi a differenza della mia università, qui ho imparato un sacco di cose pratiche che mi hanno permesso di applicare subito la teoria e questo è fantastico! Quindi senza dubbio scelgo l’Università di Teramo!

 

Giogos non è il solo ad apprezzare la nostra università;

leggi l’intervista di Santosh!

Condividi: