Esperienza in Radio, il viaggio di Anita

Uno dei volti della nostra hit “Universitari’s Karma”, appassionata di teatro e fotografia. Forse ti sarà anche capitato di aver sentito la sua voce sulla nostra emittente di UniTe: Radio Frequenza. Hai già capito di chi stiamo parlando? Della nostra cara Anita Cappella ! Leggi come questa studentessa di Scienze della Comunicazione si è avvicinata a questo mondo e come è iniziata la sua esperienza in radio.

Come hai conosciuto Radio Frequenza?

Il primo anno in UniTe non sapevo dell’esistenza della radio; sono una persona molto timida, non chiedo, non mi spingo a fare domande e quindi sono rimasta tra me e me. Uscire con persone che non sapevano nulla a riguardo non ha aiutato.
All’inizio del secondo anno, per caso, ho conosciuto i ragazzi e ho fatto amicizia con persone che la frequentavano. Mi hanno portato qualche volta a vedere gli studi della radio universitaria e ho iniziato ad appassionarmi a questo mondo.

L’anno scorso avevi un tuo programma in radio chiamato “Cook in air”, come è nata questa idea?

Questo programma non esisteva. Inizialmente ho proposto alle mie amiche di vedere gli studi radiofonici e ho chiesto loro se volevano proporre qualcosa, alle ragazze è subito interessato. Abbiamo cercato di ideare un programma che potesse divertire, che fosse leggero ma che comunque non ci distogliesse troppo dallo studi. Allora abbiamo pensato ad un programma che proponesse ricette ideate da studenti universitari, divertente e che si ricollegasse ad elementi culturali e sociali di vario genere. Volevamo chiamarlo “Cul in air”, ma abbiamo deciso che “cook in air” fosse più adatto.

Hai già idee di nuovi programmi per continuare la tua esperienza in radio?

In realtà sto ancora decidendo, mi piacerebbe dilettarmi un po’ in tutto e partecipare più attivamente all’interno della radio, capire come funziona e dedicarmi alla parte della regia, non solo a quella dello speaker.

Anche partecipando al FRU17 (festival delle radio universitarie) ho capito che gli altri sono preparati un po’ in tutto, sanno cosa significa FARE RADIO: ho deciso di imparare anche io.

Oltre alla radio, quali sono i tuoi interessi ?

Fotografia (anche se non sono un espertissima) e decisamente il teatro.

Mi ero unita ad una compagnia teatrale nel mio paese, purtroppo per problemi logistici la cosa non è andata a buon fine. Quando poi ho iniziato il primo anno qui a Scienze della Comunicazione, ricordo delle lezioni che abbiamo fatto con Marco Cassini: interessandomi, ho scoperto poi che faceva dei corsi di teatro qui, e dopo il workshop di dizione, ho deciso di proseguire quest’anno.

Sai già cosa ti piacerebbe fare dopo la laurea?

Laurearmi è il mio fine ultimo per ora, il futuro è ancora incerto, mi piacerebbe continuare con un percorso che abbracci le mie passioni.

In bocca al lupo per tutto, Anita!

 

Vorresti fare anche tu un po’ di esperienza in radio? O sei più affascinato dalle lingue straniere?
Vuoi sapere cosa altro offre l’Università di Teramo?
Scopri questi e altri motivi per scegliere Scienze della Comunicazione!

Condividi: