Agenti di Commercio, chiudere il cerchio con la Laurea

Hai la sensazione di aver lasciato qualcosa in sospeso? Vuoi ancora realizzare i tuoi sogni? Scopri l’esperienza di Roberto nella laurea per Agenti di Commercio UniTe.

Non è tardi per provare a Laurearsi e finire qualcosa che sembrava, ormai, impossibile. Roberto si è rimesso in gioco, si è iscritto a un corso universitario pensato e organizzato sulle esigenze professionali e lavorative degli Agenti di Commercio e degli Intermediari Finanziari di tutta Italia e adesso è a un passo dalla meta. Leggi questo suo messaggio.

Serendipità

Dallo Zingarelli: il trovare una cosa non cercata e imprevista mentre se ne cerca un’altra. È più o meno questo che mi è capitato quando mi sono imbattuto nel corso di Laurea in Scienze della Comunicazione per Agenti di Commercio dell’Università di Teramo. Navigavo sul web per una ricerca legata al mio lavoro e sono inciampato in un articolo che parlava di questo progetto. Chiamare Franco Damiani (presidente di ATSC “Agenti Teramo Senza Confini” e tutor del Corso) e farmi coinvolgere in questa avventura ha richiesto una manciata di ore. D’accordo, ero probabilmente “pronto” da tempo, mi mancava solo l’opportunità giusta.

Lasciato da ragazzo il corso di Scienze Naturali, non è passato anno, nei successivi venti, in cui non abbia dedicato tempo ed energie per capire se e come avrei potuto riprendere gli studi. Paure, dubbi, perplessità hanno sempre prevalso sul dolore di una ferita che aveva lasciato il segno. Desideravo migliorarmi, ma temevo il prezzo che avrei dovuto pagare. Sognavo di avere la meglio su me stesso e liberarmi dalle insicurezze.  Coltivavo i miei interessi culturali, leggevo e accumulavo libri sugli argomenti che più mi stavano a cuore. Mi mancavano però l’ampiezza e la profondità di visione con le quali entri in contatto solo frequentando ambienti stimolanti come l’Università. Tra il dire e il fare c’era di mezzo il cominciare, ma non me ne rendevo conto.

Come è cambiata oggi la mia visone delle cose?

In questo percorso di laurea ho ritrovato consapevolezza, fiducia in me stesso e apertura mentale. Ho conosciuto persone straordinarie, ognuna con la sua storia, ognuna con la sua voglia di arrivare alla meta. Ho avuto in dono nuovi amici. Ho incontrato nuovi maestri. Moltissimo ho imparato e molto mi sta tornando utile nella mia attività.

Forse l’insegnamento più prezioso riguarda l’esercizio della volontà nel perseguire i propri sogni. Non si devono mai abbandonare perché, prima o poi, dedicando loro cura e attenzione, la vita ti offre le occasioni per poterli concretizzare. E poco importa se ti costringe a barcamenarti fra trecento chilometri in macchina, clienti incontentabili e una famiglia che ti reclama. Sedersi alla scrivania per studiare alle undici di sera (oppure prima dell’alba) può non essere sempre entusiasmante, ma ogni sacrificio sbiadisce di fronte di ciò che ci fa diventare.

Ora, dopo oltre quattro lustri, posso dedicarmi ad una tesi sul pensiero evoluzionistico. Realizzo il desiderio di un ventenne, che oggi mi guarda soddisfatto da lontano e mi ringrazia per aver chiuso il cerchio da lui, maldestramente, lasciato aperto. Questa è la gratificazione per me più grande, dopo tre intensi anni di studio.

Come disse Steve Jobs in un suo celebre discorso alla Stanford University: “è impossibile unire i puntini guardando il futuro (…) non è possibile unire i puntini guardando avanti; potete farlo solo guardandovi indietro.” Così dovete avere fiducia che in qualche modo, nel futuro i puntini si potranno unire. Ecco, fiducia mi sembra la parola chiave. Avere fede in quello che si fa, anche se apparentemente stiamo unendo dei puntini in balia delle contingenze, forse a caso. Magari, proprio come i tre principi di Serendippo, scoprendo l’inaspettato. In realtà stiamo compiendo il nostro piccolo capolavoro. Ma lo sapremo solo verso la fine, guardando indietro. Per intanto, comunque, occhi al futuro. E diamoci da fare. Nuove meraviglie attendono la nostra firma.

Chi è Roberto?

Roberto Toniolo è uno studente Unite del Corso di Laurea per Agenti di Commercio. Abita a Vicenza ed ha 44 anni. È felicemente sposato con Katia e ha due figli di 10 e 13 anni. Si occupa del settore farmaceutico nella zona del Veneto. Si occupa di vendite da quasi 15 anni ed è ufficialmente tra gli agenti di commercio dal 2006.
Roberto non è l’unico, leggi anche la storia di altri studenti ATSC nell’Università di Teramo

Condividi: