10 cose che un universitario come me finisce per amare di Teramo

Non voglio prenderti in giro dicendo che Teramo è la città più bella del mondo, una favolosa capitale d’Europa o qualche cavolata simile. Sai come me che questa città ha i suoi pregi e i suoi difetti, ma è la città dove io ho scelto di studiare e dove tu hai scelto o potresti scegliere di studiare!

Potrei lamentarmi di molte cose, questo è vero, ma non lo farò perché ci sono cose che odio di Teramo e che me la fanno, allo stesso tempo, amare.

#1. Il Cibo

Odio il fatto che il cibo sia dannatamente buono, così buono che, se la sera vuoi organizzare una cenetta tra amici in qualche ristorante, non solo hai l’imbarazzo della scelta, ma probabilmente lo troverai pieno.

#2. Il Duomo

Roma ha il Colosseo, Pisa la sua torre e Teramo ha le due facce del Duomo. Da una parte le scalette usate dagli studenti di ogni categoria per bere e per conversare. Dall’altra la Teramo bene che la domenica va in chiesa e ti chiedi “tu da che parte vuoi stare?”.

Teramo antica

#3. Kissy

Non potevo non citarla! Ormai è la nostra portabandiera ufficiale, Teramo per il mondo è la patria di Kissy. Non pensi mai che i pazzi siamo noi che ci divertiamo a vedere i suoi video?

#4. Gli universitari senza meta

Quelli tra la strada e le stelle che come me la sera non sanno cosa fare e si ritrovano dove capita. Che sia un bar a bere, che siano le scalette del duomo o entrambe le cose. Io li odio, perché sono meglio di qualsiasi altra cosa in città e forse è un bene.

#5. Il Giovedì sera

Hai presente quei film di fantascienza in cui lo stesso giorno si ripete all’infinito fino a che il protagonista non sacrifica se stesso? Ecco il giovedì è una playlist che si ripete all’infinito ed io sacrifico me stesso, ma non finisce un bel niente!

#6. Il mio cane

Davvero Teramo ha un parco per i cani?! Da una città che ha fuso l’antico con lo sviluppo edilizio degli anni 80 non ti aspetteresti di avere un parco come quello fluviale, figuriamoci scoprire che all’interno ha anche un parco dedicato ai cani!

#7. Gli Arrosticini

Si lo so, lo so. Gli arrosticini sono cibo, ma non sono solo quello. Sono un credo, una bandiera del gusto, un momento di piacere collettivo. Puoi trovarli in tutto l’Abruzzo, ma solo a Teramo puoi accendere una griglia con il tramonto di Colleparco come sfondo. Poesia!

#8. Il silenzio

In una città che possa definirsi tale potresti uscire all’una di notte per il centro storico e trovare ancora delle persone. Teramo non può definirsi tale, ma se la notte, tornando a casa, passi per ponte San Francesco puoi fermarti ad osservare le luci sul tribunale, con un silenzio da museo.

#9. L’università

Quando hai finito di portare il cane fuori, pulire quattro volte consecutive casa, scegliere per la dodicesima volta il colore più adeguato dei post-it, puoi finalmente ricordarti che a Teramo ci sei finito per studiare e che, una volta abituato alle sveglie mattutine, i tuoi amici hanno il tuo stesso problema di dover andare a lezione!

#10. Teramo

Quello che odio veramente di Teramo è che è Teramo. Non ha il problema della metro perché non ha una metro. Non rischi di trovarti dall’altra parte della città alle due di notte, a meno che tu non abbia voglia di tornare a casa a piedi. Mette a dura prova la tua creatività e la tua volontà, ma quando ormai hai deciso di andartene ti accorgi già quanto ti mancherà!

Se ami teramo dovresti conoscere la sua movida, leggi il nostro articolo sulla Movida: La vita notturna di Teramo

Condividi: